Prestiti


Con il prestito chirografario, la banca eroga una somma al cliente, che si impegna a restituirla con un piano rateale a scadenze concordate (cosiddetto piano di ammortamento).

Gli interessi possono essere a tasso fisso o a tasso variabile e il finanziamento può essere assistito da garanzie personali. 

Le somme da erogare saranno messe a disposizione della clientela entro un tempo massimo di 30 giorni dalla firma del contratto.

Il prestito chirografario non riguarda le operazioni di credito al consumo, cioè i finanziamenti ai consumatori di importo Compreso fra 200 e 75.000 euro che hanno le caratteristiche previste dalla specifica normativa di legge.

Il cliente può stipulare una polizza assicurativa, a copertura del rimborso del credito derivante dal finanziamento, a fronte dei rischi morte, perdita impiego, infortunio e invalidità.

Il rischio principale del prestito chirografario è associato al tipo di tasso di interesse: se il tasso di interesse è fisso, il cliente rischia di non beneficiare di eventuali ribassi; al contrario, se il tasso di interesse è variabile, il cliente rischia un aumento del tasso di interesse.
 
Per sottoscrivere il nostro prodotto vieni a trovarci presso una delle filiali presenti sul territorio.

L'avviso delle principali norme sulla trasparenza ed i fogli infomativi sono messi a disposizione e accessibili per il cliente presso tutte le nostre filiali. Possono essere inoltre visionati e scaricati cliccando sulla pagina relativa alla Trasparenza.